News

<< >>

Dal New York Times al Teatro Trastevere

Fight Club la prima regola teatro trastevere

Segnalati dal New York Times e vincitori del primo Roma Fringe Festival, le Cattive Compagnie tornano in scena con un nuovo spettacolo prodotto dalla Compagnia Mauri Sturno: Fight Club - La Prima Regola, al Teatro Trastevere dal 4 al 23 marzo. Giovane compagnia teatrale tutta italiana, Cattive Compagnie ha conquistato la platea newyorkese con il pluripremiato Horse Head ( quasi 50 repliche nello stivale e 10 repliche nella Grande Mela),

Daniele Parisi torna a “Lo Spazio”

daniele parisi

   Torna in scena l’irriverente comicità di Daniele Parisi, sul palco del Teatro Lo Spazio di Roma, il 22 e 23 febbraio, con il suo “Ab hoc et ab hac”.     Una sguaiata ambulanza ci porta in un universo schizofrenico di assurdi personaggi, situazioni, canzoni e gag. Un viaggio nell’ipocondria e nelle ossessioni che

Teatro Magro, un grande ritorno nella Capitale

Flavio Cortellazzi_Senza Niente 4

Teatro Magro presenta Senza Niente/3 – L’Amministratore Senza Niente/4 – Il Regista 8 febbraio e 9 febbraio 2014, h. 21.00 Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca 6 – Roma L’amministratore è rimasto senza niente. Senza patrocini. Senza contributi. Senza soldi. Purtroppo un ennesimo monologo. Perché il tramonto non c’è ancora. Il regista è rimasto

“Donne Senza Censura” a Roma

schiavo patrizia

La cultura per dare messaggi? Non gliene frega niente a nessuno. D’ora in poi racconto solo di pompini malriusciti, di eiaculazioni precoci. Culi grossi, culi mosci e culattoni! Racconto di donne grasse con la cellulite, di donne sfatte e insoddisfatte, di viagra, di amanti ridicoli, improbabili… storie piccanti con personaggi imbarazzanti…”! Questa la dichiarazione d’intenti

Roma Fringe Festival 2013: serata finale e vincitori

971848_663106963719123_337884611_n

Dopo 30 giorni di programmazione con 79 spettacoli dall’Italia e dall’estero, per oltre 230 repliche e grandi ospiti, il 14 luglio si è concluso tra premiazioni e molta affluenza il Roma Fringe Festival 2013, grande vetrina del Teatro Off italiano e non solo. Con un flusso di circa 35.000 presenze, il Roma Fringe Festival ha

Caterina Gramaglia ed Elisa Menchicchi: donne di Teatro ‘Fringe’ protagoniste a Lunarte 7

Festival Lunarte Roma Fringe Festival artisti

Dopo il riscontro ottenuto al Roma Fringe Festival 2013, con il Premio Special Off, “The White Room” di Caterina Gramaglia sarà ospite della sezione teatro della settima edizione del Festival Lunarte. Oltre a lei, direttamente dalla seconda edizione del fringe capitolino, andrà in scena con “[h]elle 20ml” – frammento dello spettacolo “[h]elle 33 cl” -

Lunarte, New York, Edimburgo: l’estate degli artisti Roma Fringe

caterina gramaglia - vincitori Roma Fringe Festival

E’ un agosto ricco di attività teatrali per tanti artisti protagonisti del Roma Fringe Festival. Dopo il riscontro ottenuto al Roma Fringe Festival 2013, con il Premio Special Off, “The White Room” di Caterina Gramaglia sarà ospite della sezione teatro della settima edizione del Festival Lunarte. Atteso come uno degli eventi artistici e culturali più

“Padroni delle Nostre Vite” sbarca in Germania

padroni delle nostre vite

Premio del Pubblico al Roma Fringe Festival 2013, “Padroni delle nostre vite” sbarca in Germania Vincitori del Premio del Pubblico al Roma Fringe Festival 2013, “Padroni delle nostre vite” spettacolo di e con Ture Magro prodotto da Sciara Progetti sarà in scena in Germania con due date: . L’eccellenza teatrale “Off” italiana vola così oltralpe,

Premio Spirito Fringe al Roma Fringe Festival 2013: Libera Uscita in scena a Torino

Circo della Fogna vincitori Roma Fringe Festival 2013

Vincitore del Premio Spirito Fringe al Roma Fringe Festival 2013, Il Circo della Fogna torna in scena con lo spettacolo “Libera Uscita” a Torino il 28 settembre in occasione di Territori Teatrali Festival, presso il Cineteatro Baretti. Ironico, intelligente, forte di un intenso sarcasmo accompagnato dalla grande performance degli attori Giorgio Vierda e Alberto Ierardi,

“Incepe”, il Roma Fringe Festival allo Studio Uno

locandina incepe studio uno

“începe”: rumeno per “inizio”, “partenza”. Questo monologo (testo inedito di Emiliano Loria) prodotto dalla compagnia Amaranta, parla di tutte quelle persone che, fin dalla  prima metà degli anni ’80, hanno attraversato il Mediterraneo, su imbarcazioni più o meno improvvisate,per giungere in Italia. Parla di quelle persone che hanno investito tutto ciò che avevano nel viaggio

Gli spettacoli del Roma Fringe Festival in scena in autunno

Vincitore Migliore Attrice Roma Fringe Festival 2013 - Caroline Pagani

E’ da poco finita la seconda edizione del Roma Fringe Festival e gli spettacoli in scena durante il festival ricominciano a girare la penisola, offrendo agli appassionati di teatro – e non solo – un’occasione per scoprire proposte di qualità. Off, completamente indipendenti e di qualità. Dopo “Padroni delle nostre vite” – Premio del Pubblico

Ancora in scena gli spettacoli dal Fringe di Roma: ecco Cattive Compagnie, Vucciria Teatro, Fatti D’Arte, Cascina Barà

images

Continuano a essere protagonisti della stagione teatrale italiana e non solo gli spettacoli provenienti dal Roma Fringe Festival. Segui il Roma Fringe Festival su Facebook: clicca qui Dopo il record di 50 repliche dalla vittoria al Roma Fringe Festival 2012, dopo aver rappresentato l’Italia a New York nell’estate 2013 ed essere apparsi come spettacolo consigliato sul

Dal New York Times al Teatro Trastevere

Fight Club la prima regola teatro trastevere

Segnalati dal New York Times e vincitori del primo Roma Fringe Festival, le Cattive Compagnie tornano in scena con un nuovo spettacolo prodotto dalla Compagnia Mauri SturnoFight Club - La Prima Regola, al Teatro Trastevere dal 4 al 23 marzo.

Giovane compagnia teatrale tutta italianaCattive Compagnie ha conquistato la platea newyorkese con il pluripremiato Horse Head ( quasi 50 repliche nello stivale e 10 repliche nella Grande Mela), facendosi conoscere e apprezzare da pubblico,stampa e addetti ai lavori, tanto da spingere il Maestro Glauco Mauri a supportare l’attività artistica di Leonardo Buttaroni, Diego Migeni, Sebastiano Gavasso e Paolo Carbone in un progetto quanto mai ambizioso: la prima riduzione teatrale di un cult della letteratura e del cinema mondiali.

Un viaggio teatrale che vede in scena Diego Migeni, Alessandro Di Somma, Cecilia Cinardi, Marco Zordan, Yaser Mohamed e Matteo Fasanella, che, con la regia di Leonardo Buttaroni, la sofisticata scenografia di Paolo Carbone, le luci di Giovanni Grasso e le musichedel duo Filarco - fa rivivere l’immaginario ironico,onirico, grottesco e a tratti splatter di Chuck Palahniuk, spaziando dal film al romanzo originale.

Una vera e propria sfida teatrale che porta gli attori come gli spettatori nel delirio letterario dell’autore tra continui cambi scena, ritmi sincopati e al tempo stesso intimi, tutto per un viaggio visionario in cui a tenere le redini del gioco è sempre e solo “LUI” , il protagonista senza nome (interpretato nella versione cinematografica da Edward Norton) , con la sua evoluzione, il suo perdersi e ritrovarsi.Come un cicerone giudice del suo destino e’ Lui a guidare lo spettatore nella sua mente e nella sua perdizione, per strappare i fili che lo legano al suo doppio e ricollegarsi alla vita di sempre.

Come riproporre un testo del genere sul palcoscenico? Sfruttando l’effetto che il teatro ha sulle persone e la sua mancanza di filtri, abbattendo la quarta parete, provocando e “giocando” con tutti i mezzi che il corpo vivo dell’attore mette a disposizione.

Una vera e propria sfida per farvi entrare nel delirio e nella follia del Fight Club…

Regia di Leonardo Buttaroni
Con Diego Migeni, Cecilia Cinardi, Alessandro Di Somma , Marco Zordan, Yaser Mohamed, Matteo Fasanella, Leonardo Buttaroni
Scenografia di Paolo Carbone
Musiche originali Filarco

Fight Club – La Prima Regola
4 – 23 marzo 2014
Teatro Trastevere, Via Jacopa de’ Settesoli, 3 – h.21.00, dom. h 18.00

Share

Daniele Parisi torna a “Lo Spazio”

daniele parisi

   Torna in scena l’irriverente comicità di Daniele Parisi, sul palco del Teatro Lo Spazio di Roma, il 22 e 23 febbraio, con il suo “Ab hoc et ab hac”.

    Una sguaiata ambulanza ci porta in un universo schizofrenico di assurdi personaggi, situazioni, canzoni e gag. Un viaggio nell’ipocondria e nelle ossessioni che da sempre attanagliano l’essere umano alle prese con il concetto di salute. Tutto è legato non dal filo della narrazione, ma dalla velocità degli eventi che si accavallano, proprio come nella sala d’aspetto di un ospedale.

   Il lavoro, in cui è chiara la volontà di Daniele Parisi di approfondire un teatro dove comicità e varietà di linguaggi sono la chiave di tutto, è intriso di invettive e paradossi sulla società, sulla vita e sulle cosiddette “fissazioni” dell’uomo moderno. Un gioco al massacro in cui attraverso la combinazione del riso e dell’orrore, si entra in un mondo assurdo e decaduto, che di fronte alla malattia smarrisce il suo principio razionale, divenendo ridicolo.

   Qualcuno chiede a un vecchio che cos’è l’amore; un chirurgo vuole assolutamente operare qualcuno; un uomo vede nella sua pancia gonfia la fine dei suoi giorni, mentre una vecchia signora non ricorda se ha dimenticato di prendere la medicina prima di andare a dormire… e muore.

   Lo spettacolo replicherà, inoltre, al Teatro del Lido di Ostia il 28 febbraio.

Share

Teatro Magro, un grande ritorno nella Capitale

Flavio Cortellazzi_Senza Niente 4

Teatro Magro

presenta

Senza Niente/3 – L’Amministratore

Senza Niente/4 – Il Regista

8 febbraio e 9 febbraio 2014, h. 21.00

Teatro Studio Uno, Via Carlo della Rocca 6 – Roma

L’amministratore è rimasto senza niente.
Senza patrocini.
Senza contributi.
Senza soldi.
Purtroppo un ennesimo monologo.
Perché il tramonto non c’è ancora.

Il regista è rimasto senza niente
senza copione
senza attori
senza pubblico
purtroppo l’ultimo monologo
perché il tramonto è arrivato

Dopo il seguito e il successo riscossi da Senza Niente/1 e Senza Niente/2 – tra i vincitori del Roma Fringe Festival 2012 – torna alTeatro Studio Uno di Roma, l’8 e il 9 febbraio, Teatro Magro con Senza Niente/3 e Senza Niente/4, che inaugureranno la stagione della Sala 2 dello spazio di Via Carlo della Rocca 6.

Dissacrante, metateatrale, ironico e autoironico, disfattista e celebrativo, dopo l’attore e il presidente, Senza Niente/3 e Senza Niente/4, giocando con i luoghi comuni, affrontano con intelligenza il tema della crisi del teatro e della cultura, portando questa volta in primo piano le figure del regista in scena e dell’amministratore. Figure tanto care al teatro italiano, quanto ormai alle prese con cambiamenti radicali tra rinnovamento e vecchia guardia.

Una scena scarna, un allestimento “senza niente”, per una tetralogia sarcastica e decisamente unica nel suo genere, che non vuole offrire soluzioni o ricette preconfezionate, ma semplicemente prendere le distanze e contemplare il panorama attuale con uno sguardo critico, raccontando e raccontandosi, lasciando un sorriso dal retrogusto amaroun’ironia laconica che vuole denunciare la situazione per far riflettere il pubblico, ognuno secondo la propria coscienza, sulla condizione dei lavoratori dello spettacolo.

Sullo sfondo, un orizzonte disfatto e disfattista all’interno del quale la qualità e la professionalità vengono sempre più frequentemente accantonate a favore di una schizofrenia dei generi e del sensazionalismo spettacolare. Nel pieno di tale situazione, in uno stato di completo smarrimento, si posiziona il Teatro Magro di Mantova, in una condizione surreale nella quale il futuro appare incerto.

Senza Niente 3 e 4, diretti da Flavio Cortellazzi, diventano così i volti sarcastici delle professionalità teatrali vittime di stereotipi, di antichi schemi alla ricerca di un riposizionamento nel contesto attuale.

Senza Niente/3 e Senza Niente/4 verranno presentati per la prima volta al pubblico capitolino l’8 e il 9 febbraio al Teatro Studio Uno di Roma, inaugurando la stagione della Sala 2 dello spazio teatrale di Tor Pignattara, la Casa Romana del Teatro Indipendente.

Gli spettacoli saranno proposti in formula originale: due spettacoli a 15 euro con aperitivo incluso. La ricerca di una soluzione, in linea con la missione di Fringe Italia, per proporre alternative fruizioni insieme alla qualità intellettuale e artistica.

Per info e prenotazioni: www.lacattivastrada.com

Share

“Donne Senza Censura” a Roma

schiavo patrizia

La cultura per dare messaggi? Non gliene frega niente a nessuno. D’ora in poi racconto solo di pompini malriusciti, di eiaculazioni precoci. Culi grossi, culi mosci e culattoni! Racconto di donne grasse con la cellulite, di donne sfatte e insoddisfatte, di viagra, di amanti ridicoli, improbabili… storie piccanti con personaggi imbarazzanti…”!

Questa la dichiarazione d’intenti di un’artista che, sotto lo pseudonimo di Letizia Servo, si racconta in toni provocatori, radicali o malinconici, esponendo la propria identità multipla: dialoga ora con il pubblico, ora con un intervistatore più immaginario che reale, ora con le zone più oscure di sé.  Stupida, scandalistica, trionfante, profondamente onesta e sincera o arrabbiata e delirante, in conflitto tra essere e dover essere, racconta la sua vita nel teatro tra verità e menzogne. Biografia reale o immaginata di un’artista, che tra luci ed ombre si confronta con la propria immagine, il rapporto con l’altro sesso e con il proprio mestiere. Nella ricerca della propria identità sceglie di porsi da sola quelle domande che servono a far cadere le maschere e deporre definitivamente le armi…domande che possano condurla dopo l’ironia, il sarcasmo e le citazioni erotiche verso la verità e la consapevolezza.

 Un racconto che diventa ribellione linguistica anche attraverso la presenza di altre due attrici. Due personaggi femminili che con l’intento di dare voce, carne e sangue ai deliri e ai giochi di parole e amplificare le suggestioni licenziose di Letizia, vivono e si raccontano in modo scabroso.

Due donne in conflitto con i propri chili di troppo ma pronte a vendicarsi dei torti subiti, che mentre si preparano per quello che sembrerebbe l’incontro della loro vita, passano in rassegna con leggerezza, ironia e un certo gusto per l’eccesso i fallimenti amorosi precedenti. Ognuna fa da specchio e da contrappeso all’altra e in un vicendevole scambio di contenuti, al di fuori di ogni vittimismo o moralismo, si espongono senza censura.

 di e con

Patrizia Schiavo

con

Silvia Grassi e Flavia Pinti

3-8 Dicembre

Teatro Studio Uno

Via Carlo della Rocca 6 (Torpignattara)

Lo spettacolo è consigliato a un pubblico adulto

Share

Ancora in scena gli spettacoli dal Fringe di Roma: ecco Cattive Compagnie, Vucciria Teatro, Fatti D’Arte, Cascina Barà

images

Continuano a essere protagonisti della stagione teatrale italiana e non solo gli spettacoli provenienti dal Roma Fringe Festival.

Segui il Roma Fringe Festival su Facebook: clicca qui

Dopo il record di 50 repliche dalla vittoria al Roma Fringe Festival 2012, dopo aver rappresentato l’Italia a New York nell’estate 2013 ed essere apparsi come spettacolo consigliato sul New York Times, arrivano a Milano dal 1 al 3 novembre al Teatro della Memoria Le Cattive Compagnie con “HORSE HEAD” di Damon Lockwood con Sebastiano Gavasso, Diego Migeni e la regia di Leonardo Buttaroni. Una commedia noir ritmata e divertente che sta coinvolgendo pubblici eterogei. Per saperne di più e leggere l’intervista clicca qui

Vincitore del Roma Fringe Festival 2013, nonché Miglior Drammaturgia a Joele Anastasi e Miglior Attore a Enrico Sortino, fino al 3 novembre IO MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO” sarà in scena al Teatro Spazio Uno di Roma. Un spettacolo con drammaturgia originale che narra delicatamente, forte dell’intensa recitazione degli attori, una storia intima tra omosessualità, malattia. Per saperne di più clicca qui

Insignito da Periodico Italiano Magazine (settimanale diretto da Vittorio Lussana) del Premio della Critica, la compagnia teatrale Fatti d’Arte debutta a Roma, al Teatro Studio Uno il 9 e il 10 novembre con due spettacoli: “MANUALE DISTRUZIONE” e Tutto sui Tacchi di Tutti. Per saperne di più clicca qui

Semifinalisti al Roma Fringe Festival 2013, dopo aver presentato lo spettacolo in Brasile, con 5 date nello Stato di San Paolo, ed aver preso parte al Progetto “I FOLLI” del Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo, Cascina Barà porterà “#TESSUTO” in giro per la penisola. Uno spettacolo forte di installazioni artistiche, incontro tra pittura e video… Per saperne di più clicca qui

 

 

 

 

Share

Gli spettacoli del Roma Fringe Festival in scena in autunno

Vincitore Migliore Attrice Roma Fringe Festival 2013 - Caroline Pagani

E’ da poco finita la seconda edizione del Roma Fringe Festival e gli spettacoli in scena durante il festival ricominciano a girare la penisola, offrendo agli appassionati di teatro – e non solo – un’occasione per scoprire proposte di qualità.

Off, completamente indipendenti e di qualità.

Dopo “Padroni delle nostre vite” – Premio del Pubblico Roma Fringe Festival 2013 – in scena a Berlino e Amburgo, “Horse Head” di Cattive Compagnie – Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival 2012 – a New York, “White Room” di Caterina Gramaglia – Special Off Fringe 2013 – e “Libera Uscita” – Premio Spirito Fringe 2013 – in scena a Torino…questa settimana è la volta di Caroline Pagani e la sua “Hamletelia” – Miglior Attrice Roma Fringe Festival 2013 -, un assaggio di “Io mai niente con nessuno avevo fatto” di Vucciria Teatro – Miglior Spettacolo, Miglior Drammaturgia e Miglior Attore 2013 -, “Incepe” di Amaranta Orma Flues e “#Tessuto” di Cascina Barà (entrambi semifinalisti Roma Fringe Festival 2013) e “Schizzata” di Leonardo Jattarelli.

HAMLETELIATeatro dei Conciatori dall’8 al 13 ottobre, Roma. Accompagnata da una performance e intelligenza attoriale unica, Hamletelia è una riscrittura originale ispirata all’Amleto di William Shakespeare, scritto, diretto ed interpretato da Caroline Pagani. Premio Migliore Attrice al Roma Fringe Festival 2013…continua a leggere

#TESSUTO – Nuovo Cinema Palazzo, 1 ottobre, RomaDopo esser stati selezionati per le finali del Roma Fringe Festival 2013 ed aver presentato con soddisfazione lo spettacolo in Brasile, con 5 date nello Stato di San Paolo, Cascina Barà è stata invitata a prendere parte al Progetto “I FOLLI” del Dipartimento di Storia dell’Arte e Spettacolo. Il progetto ha lo scopo di intersecare linguaggi diversi, quali musica, teatro e videoarte ed approfondire il concetto di “Follia…continua a leggere

IO MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO per DRAO – 9 ottobre Circolo degli Artisti, Roma. Attori e attrici, registi, sceneggiatori e drammaturghi, costumisti e fotografi. È questo il cuore pulsante del collettivo artistico DRAO, che si presenta per la prima volta davanti al pubblico insieme al Premio Hystrio e al Roma Fringe Festival. In scena un estratto di “Io mai niente con nessuno avevo fatto”, Miglior Spettacolo, Miglior Drammaturgia e Miglior Attore Roma Fringe 2013...continua a leggere

îNCEPE – 10/13 ottobre, Teatro Studio Uno, Roma. Toccante, intelligente, vincitore di “Teatri di Sabbia” 2012 e semifinalista al “Roma Fringe Festival 2013″ ”începe” la storia di un viaggio…uno spettacolo perfomance che offre uno sguardo ironico sul tema dell’immigrazione attraverso “una rappresentazione che evidenzia le contraddizioni che il nostro Paese, nei decenni passati, ha finito col trasmettere e diffondere nel resto del mondo” (Periodico Italiano)..continua a leggere

SCHIZZATA3 al 6 ottobre, Teatro Belli, Roma. L’urgenza di fissare la rabbia tragica e il destino sfregiato di una donna che è stata vittima di violenza. La lotta disperata di Chiara e la sua voglia di riscatto sono accompagnati dalla musica di Francesco Curia, in arte Saga, rapper romano molto conosciuto anche all’estero…continua a leggere

Seguici su Facebook: clicca qui

Per saperne di più: www.romafringefestival.it

Share

Roma Fringe Festival 2013: serata finale e vincitori

971848_663106963719123_337884611_n

Dopo 30 giorni di programmazione con 79 spettacoli dall’Italia e dall’estero, per oltre 230 repliche e grandi ospiti, il 14 luglio si è concluso tra premiazioni e molta affluenza il Roma Fringe Festival 2013, grande vetrina del Teatro Off italiano e non solo.

Con un flusso di circa 35.000 presenze, il Roma Fringe Festival ha confermato il successo dello scorso anno portando nel cuore di Roma, nel quartiere studentesco di San Lorenzo, il teatro indipendente, animando la capitale di quelle proposte Off tanto rare nelle programmazioni estive capitoline e diventando, a tutti gli effetti, uno degli eventi più seguiti e apprezzati dell’intera Estate Romana.

Tutto per migliaia di biglietti venduti e un cartellone ricco, in cui dal 15 giugno al 14 luglio 2013, ognuno ha trovato la propria dimensione teatrale godendosi un’offerta varia che ha spaziato da installazioni artistiche, commedie, improvvisazione, drammi, danza, teatro canzone e teatro civile, fino ad aperitivi bio, workshop, presentazioni di libri e stand artigianali.

“La grande soddisfazione di quest’anno” ha dichiarato il Dir. Artistico Davide Ambrogi “è stata non solo la qualità degli spettacoli, con alcune punte di diamante assolute, ma la risposta del pubblico che ha riempito le 3 platee ogni sera, seguendo performance di ogni genere e per tutti i gusti. Quando si dice che il teatro non ha pubblico bisognerebbe chiederlo alle compagnie partecipanti provenienti dalla Sicilia alla Svizzera fino ad arrivare all’Inghilterra…che hanno trovato un pubblico numeroso, vero e partecipe, ad attenderle e gratificarle. Un pubblico eterogeneo composto da persone che sono state presenti al festival seguendo e premiando dal teatro civile alla commedia, passando per l’improvvisazione, e arrivando persino agli spettacoli degli ospiti stranieri proposti in lingua inglese. Il Roma Fringe Festival ha portato così in scena un teatro in grado di parlare a tutti: cultori, stampa, studenti e famiglie, senza perdere d’occhio la qualità”.

L’evento conclusivo di ieri 14 luglio, ha visto protagonisti gli spettacoli più apprezzati della rassegna con le seguenti premiazioni:

Miglior Regia – Roma Fringe Festival 2013: Ri-Evolution, regia di Roberto di Maio, Compagnia Demix (Sora – Frosinone)
Miglior Drammaturgia – Roma Fringe Festival 2013: Joele Anastasi per lo spettacolo “Io mai niente con nessuno avevo fatto” di Vuccirìa Teatro (Catania)
Miglior Attrice – Roma Fringe Festival 2013: Caroline Pagani per lo spettacolo “Hamletelia”
Miglior Attore – Roma Fringe Festival 2013: Enrico Sortino per lo spettacolo “Io mai niente con nessuno avevo fatto” di Vuccirìa Teatro (Catania)
Premio Spirito Fringe – Roma Fringe Festival 2013: “Libera Uscita” di Circo della Fogna (Pisa)
Premio Special off – Roma Fringe Festival 2013: “White Room” di e con Caterina Gramaglia (Roma)
Premio Creatività La Nouvelle Vague Magazine: “The Oyster Boy” di Haste Theatre (Londra)
Premio della Critica Periodico Italiano Magazine: “Manuale Distruzione” di Fatti D’Arte (Bari) – che in collaborazione con il Teatro Studio Uno ne inaugurerà la stagione 2013-2014
Premio del Pubblico – Roma Fringe Festival 2013: “Padroni delle Nostre Vite” produzione Sciara Progetti (Randazzo, Catania)

L’ambìto Premio ProduzioneMiglior Spettacolo che vede la produzione al New York Fringe Festival 2014 come rappresentante del Teatro Off italiano è andato a “Io mai niente con nessuno avevo fatto”, mentre le altre classificate (“The White Room” di Caterina Gramaglia, “Cose di questo mondo” di Compagnia delle Rose e “Il Tempo e la stanza” di Arcadia delle 18 Lune avranno libero accesso ad altri Fringe internazionali).

Si conclude così, con grandi riscontri di pubblico e critica, la seconda edizione del Roma Fringe Festival che, membro ufficiale della World Fringe Society, ha portato nella capitale non solo una grande fetta della produzione off italiana, dal Trentino alla Sicilia, ma anche ospiti internazionali “Off” provenienti da Stati Uniti, Svezia e Gran Bretagna.

Gli spettacoli premiati, sarano promossi nelle loro varie messe in scena durante l’intera stagione.

Per rimanere sempre aggiornati: www.fringeitalia.it  e Roma Fringe Festival

Il Roma Fringe Festival 2013 si è svolto con i Patrocini morali e gratuiti di: Provincia di Roma, Municipio Roma 2, Biblioteche di Roma

Media Partner: Periodico Italiano Magazine – www.periodicoitalianomagazine.it
La Nouvelle Vague – www.lanouvellevague.it
Radio Popolare Roma 103.3 – www.radiopopolareroma.it

Share

Caterina Gramaglia ed Elisa Menchicchi: donne di Teatro ‘Fringe’ protagoniste a Lunarte 7

Festival Lunarte Roma Fringe Festival artisti

Dopo il riscontro ottenuto al Roma Fringe Festival 2013, con il Premio Special Off, “The White Room” di Caterina Gramaglia sarà ospite della sezione teatro della settima edizione del Festival Lunarte.

Oltre a lei, direttamente dalla seconda edizione del fringe capitolino, andrà in scena con “[h]elle 20ml” – frammento dello spettacolo “[h]elle 33 cl” - anche Elisa Menchicchi, altra esponente del nuovo e apprezzatissimo teatro al femminile italiano.

Atteso come uno degli eventi artistici e culturali più originali, Lunarte farà ritorno il 23 agosto nell’antico borgo Carani di Casanova di Carinola (Ce); un unico appuntamento per incontrare nuovi linguaggi e contaminarsi,  creando atmosfere sempre nuove e sempre più suggestive.

Ideato dall’associazione carinolese Circuito socio-Culturale Caleno, e realizzato con il patrocinio del Comune di Carinola e la collaborazione di Etérnit, Lunarte, per la sua settima edizione, ha in programma una kermesse di altissima qualità. Circa 50 artisti tra teatro, circo, mostre e musica, si esibiranno all’interno dei vicoli, e dei  cortili  trasformati, per l’occasione, in suggestivi spazi scenici, accogliendo un pubblico  che abbraccia tutte le fasce d’età. Le performance hanno la durata di 20 minuti circa, e molte replicheranno due volte, per consentire al pubblico di guardarne diverse nel corso della serata.

Per il teatro: Caterina Gramaglia in “A Giulietta”, omaggio a Giulietta Masina, estratto  dallo spettacolo “The White Room”, premio “Special Off” al Roma Fringe Festival 2013; Daniele Parisi in “AB HOC ET AB HAC”, spettacolo grottesco e surreale dove attraverso la combinazione del riso e dell’orrore si entra in un universo irrazionale e a tratti ridicolo; Elisa Menchicchi in “[h]elle 20ml” frammento dello spettacolo “[h]elle 33 cl”, un’originalissima rilettura della figura di Elettra; OfficinaTEATRO in “AUTOVELOX|D’amore ti uccido”, indagine sull’individuo e il suo rapporto con la notte; singolare è la scelta dell’abitacolo di una vettura, per consentire il giusto grado di intimità alla performance. In programma anche interessanti performance di circo con artisti come Lucignolo, che presenta un incantevole spettacolo dove il fuoco è protagonista; Hiram Meza Pastor, in ”Salto nel vuoto”, tra virtuosismi di juggling e improvvisazione; e Teodora Grano in “Plume”,  sorprendente esibizione di tessuto aereo.

E ancora mostre e installazioni: “Ikonos” è il nome della collettiva curata da Valentina Apicerni; AKR collettivo presenterà l’installazione “POST-”; per i più piccoli, invece, “Il Signor Rossi sulla luna”, videoproiezione a cura di Associazione Amici della Biblioteca di Carinola.

A chiusura delle performance il concerto in piazza di Sandro Joyeux, musicista giramondo,  ponte tra la canzone francese e i ritmi del mondo, offrirà un live di musica di viaggi, danza e condivisione per una sintesi di tradizioni, dialetti e suoni del sud del mondo; a seguire Mondo Cane DjSet, un esplosivo mix di sonorità provenienti da quattro angoli della terra: reggae, balkan beat, surf’n'roll, electro swing.

Share

Lunarte, New York, Edimburgo: l’estate degli artisti Roma Fringe

caterina gramaglia - vincitori Roma Fringe Festival

E’ un agosto ricco di attività teatrali per tanti artisti protagonisti del Roma Fringe Festival.

Dopo il riscontro ottenuto al Roma Fringe Festival 2013, con il Premio Special Off, “The White Room” di Caterina Gramaglia sarà ospite della sezione teatro della settima edizione del Festival Lunarte.

Atteso come uno degli eventi artistici e culturali più originali, Lunarte farà ritorno il 23 agosto nell’antico borgo Carani di Casanova di Carinola (Ce); un unico appuntamento per incontrare nuovi linguaggi e contaminarsi, creando atmosfere sempre nuove e sempre più suggestive.

Ideato dall’associazione Circuito socio-Culturale Caleno, e realizzato con il patrocinio del Comune di Carinola e la collaborazione di Etérnit, Lunarte, per la sua settima edizione, ha in programma una kermesse di altissima qualità. Circa 50 artisti tra teatro, circo, mostre e musica, si esibiranno all’interno dei vicoli, e dei  cortili  trasformati, per l’occasione, in suggestivi spazi scenici, accogliendo un pubblico  che abbraccia tutte le fasce d’età. Le performance hanno la durata di 20 minuti circa, e molte replicheranno due volte, per consentire al pubblico di guardarne diverse nel corso della serata.

Tra le proposte teatrali, direttamente dal Fringe capitolino, andranno in scena: Caterina Gramaglia con “A Giulietta”, omaggio a Giulietta Masina, estratto dallo spettacolo “The White Room”, premio “Special Off” al Roma Fringe Festival 2013 ed Elisa Menchicchi con “[h]elle 20ml” frammento dello spettacolo “[h]elle 33 cl”, un’originalissima rilettura della figura di Elettra (per info www.lunartefestival.it).

Dall’Italia all’estero, il caldo agosto 2013 vede spettacoli provenienti dal Roma Fringe Festival protagonisti e ospiti di molte iniziative: se Haste Theatre, compagnia vincitrice del Premio Creatività “La Nouvelle Vague” per il Roma Fringe con “The Oyster Boy” e vincitrice del San Diego Fringe, è ospite a Edimburgo, Le Cattive Compagnie, vincitore dell’edizione 2012 con “Horse Head” di Damon Lockwood, saranno per tutto il mese in scena a New York.

…Tutto il mondo è Fringe!

VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO? LASCIACI UN ‘LIKE’ SU FACEBOOK, CLICCA QUI

Share

“Padroni delle Nostre Vite” sbarca in Germania

padroni delle nostre vite

Premio del Pubblico al Roma Fringe Festival 2013, “Padroni delle nostre vite” sbarca in Germania

Vincitori del Premio del Pubblico al Roma Fringe Festival 2013, “Padroni delle nostre vite” spettacolo di e con Ture Magro prodotto da Sciara Progetti sarà in scena in Germania con due date: .

L’eccellenza teatrale “Off” italiana vola così oltralpe, con uno spettacolo di Teatro Civile in grado di smuovere le coscienze, sensibilizzare su un tema fondamentale come la legalità, il tutto attraverso il racconto di una storia vera, uno spaccato di vita vissuta capace di disegnare un’Italia reale e coraggiosa.

Un attore in scena e 10 attori virtuali, Tre maxi schermi a delimitarne lo spazio e un’interazione continua tra realtà e finzione. Una ricerca che funziona, tra cinema e teatro con suoni in presa diretta e una forza recitativa coinvolgente. “Padroni delle nostre vite” è uno spettacolo teatrale unico nel suo genere, con un intreccio narrativo-visivo-sonoro che avvolge la narrazione e rende la visione fluida e d’impatto.

La storia è quella di Pino Masciari, imprenditore tra i più importanti del sud Italia, un uomo che ha deciso di non cedere alle richieste estorsive di ‘ndranghetisti e politici e dopo anni di minacce e soprusi denuncia i suoi estorsori.
Ha registrato e fotografato in maniera attenta le minacce ricevute non solo di mafiosi ma anche di politici e fornendo prove incontestabili mette in luce un sistema di corruzione diffusa che parte dal piccolo delinquente locale, per arrivare ai livelli più alti della politica italiana.
Pino ha 34 anni è sposato con Marisa e i loro due bambini sono nati da poco. Pur di salvare la vita della sua famiglia entra nel programma speciale di protezione, ed è costretto ad abbandonare la sua terra.

In scena al Roma Fringe Festival 2013, tra i più apprezzati dell’intera stagione, “Padroni delle nostre vite” ha vinto il Premio del Pubblico come più “votato” in assoluto dagli spettatori del festival che a luglio hanno affollato le 4 repliche dello spettacolo, – di e con un bravissimo Ture Magro – attivando un passaparola continuo e costante.

 “Padroni delle nostre vite” è una produzione SciaraProgetti, in collaborazione con Nois Produzioni Video.

 

Share

Premio Spirito Fringe al Roma Fringe Festival 2013: Libera Uscita in scena a Torino

Circo della Fogna vincitori Roma Fringe Festival 2013
Vincitore del Premio Spirito Fringe al Roma Fringe Festival 2013, Il Circo della Fogna torna in scena con lo spettacolo “Libera Uscita” a Torino il 28 settembre in occasione di Territori Teatrali Festival, presso il Cineteatro Baretti.

Ironico, intelligente, forte di un intenso sarcasmo accompagnato dalla grande performance degli attori Giorgio Vierda e Alberto Ierardi, lo spettacolo “Libera Uscita” è una tagliente critica sociale che si arricchisce di arte affabulatoria.

PER VEDERE IL TRAILER DELLO SPETTACOLO: CLICCA QUI

In scena due giullari con uno stile comico e amaro, conducono il cabaret e al contempo sono protagonisti di tre storie legate alla nascita della schiavitù, all’amore e infine alla morte.

Come nasce il denaro, la banca, il sistema del debito, ma anche l’amore. Un amore operaio, un amore che se ne va lasciando intorno soltanto il profumo, come due operai della manutenzione fognaria inseguono con lo sguardo le gonnelle che passano sopra alle loro teste, e cioè sui ponteggi dei lavori in corso.

Tutto per un viaggio dolce amaro e ironico attraverso i grandi temi, per arrivare a un’allucinazione finale: sono morti i giullari o sono vivi i pompieri?

“Libera Uscita, ossia: come il popolo muore ogni giorno sul lavoro in senso fisico e metaforico in una società costruita su misura per succhiare il profitto da ogni uomo sempre più individuo e dunque sempre più solo”.

Tra gli spettacoli premiati al Roma Fringe Festival 2013, “Libera Uscita” rappresenta un’altra faccia del Teatro Off, con una forte formazione attoriale (i protagonisti vengono dalla prestigiosa Accademia Nico Pepe di Udine) prestata alla tradizione italiana, per raccontare con sarcasmo, surrealismo e onirismo una fetta di realtà contemporanea. Dissacrante, allucinato, iper-reale.

Appuntamento a Torino con “Libera Uscita”, il 28 settembre per Territori Teatrali Festival, presso il Cineteatro Baretti.

 

 

 

Share

“Incepe”, il Roma Fringe Festival allo Studio Uno

locandina incepe studio uno

“începe”: rumeno per “inizio”, “partenza”.

Questo monologo (testo inedito di Emiliano Loria) prodotto dalla compagnia Amaranta, parla di tutte quelle persone che, fin dalla  prima metà degli anni ’80, hanno attraversato il Mediterraneo, su imbarcazioni più o meno improvvisate,per giungere in Italia.
Parla di quelle persone che hanno investito tutto ciò che avevano nel viaggio della loro vita per un futuro migliore mosse dalla speranza alimentata da visioni posticce che passavano in televisione.

GUARDA IL TRAILER: CLICCA QUI

“începe” narra l’esperienza di una donna che su un barcone tenta la traversata.
Smarrita nel Mediterraneo e poi ripescata, la ragazza vive il naufragio come un tempo immenso di cui non può più tenere il conto.
In questo tempo compaiono sparpagliati ricordi e domande.
“”E compare Dio: quel Dio al quale ora la ragazza parla realmente forse per la prima volta.
Prega per avere un compagno, un ascoltatore sempre presente. Il dialogo di începe con Dio, in un italiano reinventato dalla fantasia della ragazza, apparentemente insensato, grottesco, infantile, le fa ritrovare la speranza di un approdo, e una fede del tutto originale.

dal 10 al 13 ottobre 2013

 GIO-SAB ORE 21; DOM ORE 18

INGRESSO 10€

TESSERA ASSOCIATIVA GRATUITA

Info e prenotazioni: -3494356219- 3283546847-

lacattivastrada@gmail.com

www.lacattivastrada.com

TEATRO STUDIO UNO

Via Carlo della Rocca, 6

Share

Vucciria Teatro, Demix, Sciara Progetti, Caroline Pagani, Cattive Compagnie: i protagonisti del Roma Fringe Festival in tour

Ri-Evolution Demix Roma Fringe Festival

In piena ripresa delle stagioni teatrali, gli spettacoli più apprezzati del Roma Fringe Festival 2013 continuano a essere protagonisti di cartelloni e programmazioni lungo tutta la penisola, portando all’attenzione di pubblici differenti una qualità artistica off tutta italiana, in grado di muoversi dalle installazioni video alla più pura arte dell’attore, proponendo ogni volta spettacoli originali e intelligenti.

Segui il Roma Fringe Festival su Facebook: clicca qui

In scena tra Nord, Centro e Sud dal 15 al 30 ottobre arrivano così gli spettacoli vincitori dell’ultimo Fringe capitolino: “Io mai niente con nessuno avevo fatto” di Vucciria Teatro – Miglior Spettacolo, Miglior Drammaturgia e Miglior Attore 2013 -, “Ri-Evolution” della compagnia Demix – Miglior Regia 2013 –, “Hamletelia” di Caroline Pagani – Miglior Attrice 2013 -, dopo il successo a New York “Horse Head” di Cattive Compagnie – Miglior Spettacolo 2012 – e, reduci dal tour tedesco, “Padroni delle nostre vite” di Sciara Progetti – Premio del Pubblico Roma Fringe Festival 2013.

Quattro spettacoli profondamente diversi tra loro e che restituiscono al pubblico di ogni genere e gusto una grande panoramica delle tendenze contemporanee del teatro off, tra parola e video, teatro civile e ironia.

Vincitore del Roma Fringe Festival 2013, nonché Miglior Drammaturgia a Joele Anastasi e Miglior Attore a Enrico Sortino, tra il 12 ottobre e il 30 marzo “IO MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO sarà in tournee a Napoli, Roma, Caserta, Catania e Bari. Un spettacolo con drammaturgia originale che narra delicatamente, forte dell’intensa recitazione degli attori, una storia intima tra omosessualità, malattia…continua a leggere

Miglior Regia al Roma Fringe Festival 2013, arriva a Roma e a Milano “RI-EVOLUTION” della Compagnia Demix, forte di una provocazione visuale e sessuale, ironica e autoironica per uno spettacolo performance unico, che parla delle donne e agli uomini tutti e lo fa mostrandoli al loro peggio…continua a leggere

Premio del Pubblico al Fringe Festival capitolino, va in scena a Milano, Messina, Catania e Comiso, tra ottobre e novembre,“PADRONI DELLE NOSTRE VITE” di e con Ture Magro. Uno spettacolo di Teatro Civile in grado di smuovere le coscienze, sensibilizzare su un tema fondamentale come la legalità, il tutto attraverso il racconto di una storia vera, uno spaccato di vita vissuta capace di disegnare un’Italia reale e coraggiosa…continua a leggere

Dopo le repliche romane, allo Spazio Tertulliano di Milano dal 16 al 30 ottobre arriva “HAMLETELIA” di e con Caroline Pagani, Miglior Attrice al Roma Fringe Festival 2013. Divertente, ironico, vincitore della miglior Regia al Festival Internazionale di Lipsia, lo spettacolo viaggia attraverso le figure universali di Shakespeare…continua a leggere

Dopo l’esperienza al Fringe Festival di New York, con all’attivo oltre 50 repliche, arrivano a Milano Le Cattive Compagnie con il loroHORSE HEAD”, spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival 2012. Commedia noir, spin off  del Padrino, “Horse Head” di Damon Lockwood sta riscuotendo successo dall’Australia, a Roma, a New York…continua a leggere

Divertente, ironico e commovente, dopo aver conquistato la critica e il pubblico del Roma Fringe Festival 2013 arrivando in semifinale con 4 repliche e ottime recensioni, torna in scena a Padova il 26 ottobre al Teatro piccolo Don Bosco (via Asolo, 2) IO SONO LA LUNA, della Compagnia Genovese Beltramo…continua a leggere

 

 

Share

A Roma “Non è vero niente”

non è vero niente2

Teatro della Memoria, memoria a teatro, memoria collettiva e individuale: secondo un gioco intelligente, dissacrante e ironico sull’inafferrabilità del ricordo, nella sua dimensione intima e universale, debutta in prima nazionale al Teatro Trastevere, con il contributo della Regione Lazio, “Non è vero niente” nuovo spettacolo di La Cattiva Strada, scritto e diretto da Alessandro Di Somma

In un momento storico in cui tanto ci si interroga sulla memoria e sulla sua cultura, Alessandro Di Somma, controcorrente, sfida il pubblico e gli attori sulla base dei ricordi individuali e collettivi dando vita a uno spettacolo tutt’altro che scontato in cui ogni passo ed elemento si crea e si stravolge senza certezze.

In scena Eleonora Turco, Giuseppe Mortelliti, Diego Valentino Venditti, Marco Zordan, si ritrovano alle prese in prima persona con le piccole o grandi storie che ci hanno sconvolto, quei giorni che hanno segnato indelebilmente le nostre vite e quelle delle persone che abbiamo intorno...

Come possono queste storie diventare memoria collettiva? Memoria condivisa, come e più degli stessi eventi storici che hanno sconvolto l’intero sistema mondo, più di una guerra o di una pestilenza, la memoria collettiva di un dolore, di un piccolo dolore?

“Non è Vero Niente” diventa così uno spettacolo e un progetto artistico multidisciplinare che con sarcasmo e un pizzico di dissacrazione collettiva, gioca con gli arcani e le percezioni del pubblico, la finta universalità della Storia e l’impossibile – seppur tanto millantata – condivisione degli avvenimenti.

“La memoria, nell’accezione artistica, sociale e anche comune del termine è spesso associata a eventi di portata universale” spiega il regista e autore Alessandro Di Somma “che attraverso il passare del tempo, si  sedimentano, si oggettivizzano e diventano patrimonio comune,  tanto che sovente, di singoli episodi o storie anche complesse, ne viene data una lettura unanime. La memoria di questi eventi che hanno cambiato il corso della storia collettiva, viene scandita, nel corso degli anni, da anniversari, parate, celebrazioni, che hanno il compito di celebrarla, farla tornare viva, renderla ancora accessibile, qui ed ora. Ma accade spesso più semplicemente che un’immagine, un oggetto, un odore o un suono rievochino più intensamente e crudemente sensazioni che si credevano perdute”.

…ti ricordi?

…quanto manca?

NON E’ VERO NIENTE
parla di memoria,
di come la memoria individuale
possa diventare memoria storica e collettiva…
memoria viva…

lasciatevi andare…

www.lacattivastrada.com

con:
Frncsc Lnr
Giuseppe Mortelliti
Eleonora Turco
Alessandro Di Somma
Marco Zordan

scritto, diretto e rovinato da:
Alessandro Di Somma

Aiuto Regia:
Velia Viti

Scenografie
Tommaso Guerra

Video installazioni
Raffaele Manco

REGIONE LAZIO
Assessorato alla Cultura Arte e Sport

TEATRO TRASTEVERE
Via Jacopa de’ settesoli, 3

15-20 ottobre

martedì e sabato ore 21.00
domenica ore 18.00

Share

La seconda parte di “Ridotti”

Luci della città

Tutto pronto per il secondo appuntamento della rassegna teatrale “Ridotti”

In arrivo a Gaeta Vecchia il secondo appuntamento della rassegna teatrale “Ridotti”, organizzata da Etérnit e Radio Bottega, per vivere il teatro “da vicino” in uno spazio innovativo e poco convenzionale.

Dopo il successo del primo appuntamento con Daniele Parisi,  giovedì 10 ottobre alle ore 22:00, saranno il regista Pino Carbone e l’attrice Francesca De Nicolais ad incontrare il pubblico di Radio Bottega, con una performance legata al loro lavoro “Luci della città – Chaplin/Cucchi”, prodotto da O.N.G. Teatri in collaborazione con Ex Asilo Filangieri. Uno sguardo profondo e originale sulla tragica vicenda di Stefano Cucchi, raccontata attraverso un parallelo con le fragilità e la poesia di Charlot, celebre personaggio di Charlie Chaplin.

La rassegna proseguirà ogni giovedì fino al 24 ottobre, con altre performance seguite da un incontro con il pubblico sul progetto teatrale in questione. Il tutto in un’atmosfera intima e raccolta, con possibilità anche di cena. L’ingresso è gratuito. Si consiglia la prenotazione.

Share

“Ridotti” a Gaeta

daniele-parisi

A Gaeta, negli spazi di Radio Bottega, arriva la rassegna teatrale “Ridotti” Quattro appuntamenti per una kermesse di performance e incontri di teatro.

   Una serie di appuntamenti per incontrare il teatro “da vicino” in uno spazio innovativo e poco convenzionale. Si tratta di “Ridotti”, la rassegna nata dalla collaborazione tra Etérnit e Radio Bottega, con la direzione artistica di Luigi Morra.

   A Gaeta Vecchia ogni giovedì alle 22.00, dal 3 al 24 ottobre, Radio Bottega, singolare locale aperto agli eventi di musica, cultura e alla promozione del territorio, ospiterà una diversa compagnia che presenterà una performance o un estratto di uno spettacolo, seguito da un incontro con il pubblico sul progetto teatrale in questione. Il tutto in un’atmosfera intima e raccolta, con possibilità anche di cena.

   La kermesse partirà giovedì 3 ottobre con l’artista Daniele Parisi. A seguire, giovedì 10 ottobre, Pino Carbone e Francesca De Nicolais (O.N.G. Teatri); il 17 ottobre, Eduardo Ricciardelli (Teatraltro) ed infine, giovedì 24 ottobre, Luigi Morra, Pasquale Passaretti, Agostino e Marco Pagliaro (Etérnit).

L’ingresso è gratuito. Si consiglia la prenotazione per i posti e per la cena.

RIDOTTI è un’iniziativa nata dalla collaborazione tra Radio Bottega (www.facebook.com/RAdioBottega)  e Etérnit (www.eternitonline.it).

Share